5G, IL FUTURO È ADESSO

realtà virtuale nel turismo di Teramo - Urban.:FX

Meno di un millisecondo, ossia un tempo di reazione (o di latenza) di un millesimo di secondo. Cioè da 30 a 50 volte meno rispetto al 4G. Una velocità di comunicazione di 10 Gbit/s, ossia 100 volte superiore a quella del 4G. È questo, nei numeri, il 5G che nel 2020 sbarcherà anche nel nostro Paese.

Un treno che le aziende non possono e non devono perdere perché la nuova rete super veloce rappresenta una rivoluzione copernicana. A differenza dei passaggi che abbiamo vissuto con Gsm, Umts, 3 e 4G, infatti, quello che distingue il 5G non è solo una maggiore velocità o una latenza inferiore, ma un cambio di paradigma tecnologico. Con la connessione di quinta generazione inizierà davvero l’epoca dell’Internet of Things, l’«Internet delle cose», della domotica, dell’intelligenza artificiale e della realtà aumentata che cambieranno la nostra vita di tutti i giorni.

È scienza, non fantascienza, parafrasando uno famoso spot della fine degli anni Ottanta. Con il 5G alcune tecnologie che per anni abbiamo sognato o visto nei film di fantascienza potrebbero diventare realtà molto prima di quanto avremmo immaginato. E, per questo, le aziende dovranno ripensare le loro strategie di comunicazione e marketing e costruire nuovi modelli di business.

Il 5G permetterà una rivoluzione dei servizi, dei trasporti, dei sistemi di sicurezza, della logistica, della sanità, dell’automazione industriale e della cosiddetta industria 4.0, delle auto connesse a guida autonoma che potranno comunicare tra loro e scambiarsi dati e informazioni sulla loro posizione, sulla situazione del traffico e condizioni atmosferiche. Ridisegnerà tutti i processi industriali e aprirà nuove opportunità di internazionalizzazione per le imprese. E lo farà sempre più da «mobile», che diventerà lo standard di comunicazione.

Il 5G potrà avere un ruolo nella vita delle aziende solo se gli imprenditori avranno il coraggio di avere una prospettiva di lungo termine: oltre a guardare alle tecnologie che arriveranno nei prossimi dieci, venti o addirittura trent’anni, è ora di guardare più vicino. Dobbiamo guardare a domani. Per questo, però, servono una vision, un’attenta pianificazione e, soprattutto, la consapevolezza di ciò i clienti effettivamente desiderano. Noi le abbiamo. E insieme andremo nel futuro. Perché il futuro è adesso.

Se vuoi approfondire l’argomento contatta Urban.:FX.

2020-02-03T11:24:45+01:00